Archive for the ‘ healt ’ Category

5 BUONE RAGIONI PER INIZIARE A CORRERE…

RUNNING

Ecco perchè almeno 1 volta a settimana, ormai da 20 anni, pratico questa favolosa attività…

1. Correre fa bene. Basta una camminata a passo spedito per sentirsi subito meglio. Il movimento ha effetti immediati sul nostro organismo.

2. L’umore migliora, si è più distesi, più disponibili. Recenti studi hanno dimostrato che chi corre abitualmente ha migliori capacità mnemoniche. I benefici si vedono già alla prima uscita: perché non provarci? È un’attività divertente. Guardate la cosa da un’altra prospettiva. La corsa non è solo sudore e fatica, ma anche sorrisi. Può diventare l’occasione per passare una mezz’ora all’aria aperta, pensare a ciò che di bello è successo durante la giornata, conoscere nuove persone.

3. Serve a raggiungere un obiettivo. La maggior parte delle persone corre per migliorare il proprio corpo. Per dimagrire o per allenarlo in vista di una competizione. Per essere una spinta e non una fonte di stress, ogni obiettivo che ci si pone deve essere realistico, raggiungibile a piccoli passi. La corsa può insegnare a guardarsi senza pregiudizi, ad apprezzare i propri punti di forza e fare in modo che i difetti si trasformino in qualità.

4. È un invito a sperimentare. La corsa ha poche regole scritte. Una volta scelto l’abbigliamento adeguato non ci sono altre istruzioni da seguire. Ognuno lo può interpretare a suo modo. Se amate la musica potete correre con le cuffiette nelle orecchie, se preferite i luoghi solitari potrete creare un percorso ad hoc, se amate l’alba potete scegliere di correre la mattina presto.

5. È un inno alla libertà. Cambia la propria vita. C’è una motivazione intima che spinge ognuno di noi a correre. E riguarda l’esperienza personale. Un esempio? Una ragazza ha iniziato a correre nel momento in cui la sorella si è ammalata di cancro. La sua era una sfida al destino: se fosse riuscita a farlo, la sorella sarebbe potuta guarire. Un’altra adolescente, invece, si allena per sentirsi all’altezza delle aspettative materne. Riuscire nella corsa, spesso significa riuscire nella vita. Trovare in sé quelle risorse che permettono di agire.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

STREET FUNCTIONAL & CALISTHENICS / Part 2.

Il lavoro a corpo libero che coinvolge più catene cinematiche, permette di migliorare forza e resistenza. Uno dei benefici principali è l’acquisizione di un’ipertrofia funzionale, ovvero che serve e dura nel tempo.
Avrei potuto mostrarvi i soliti esercizi in palestra con i sovraccarichi…ma ho scelto qualcosa di “alternativo”. Fortunatamente, l’interesse che provo per il condizionamento del corpo in generale, mi porta sempre ad esplorare e intraprendere nuove tecniche e nuovi metodi.

www.roberto-vecchi.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

SONO IMPORTANTI I TEMPI DI RECUPERO IN PALESTRA ?

RECUPERO

In questo breve articolo parliamo dei tempi di recupero legati alla produzione di alcuni ormoni…
Chi si allena senza tenere conto dei tempi di recupero tra una serie e l’altra dovrebbe sapere che rispettando PAUSE BREVI, si favorisce lo stimolo dell’ormone della crescita (Growth Hormone) (Kramer e coll.1990), mentre con PAUSE PIÙ LUNGHE si favorirebbero il ripristino delle fibre veloci ed un’increzione del testosterone (Bosco,1995).
Con il RECUPERO COMPLETO DI 3 MINUTI e ripetizioni condotte con tensioni massimali ma anche submassimali al massimo della potenza, si favorisce un’increzione notevole del testosterone ematico.
Possiamo dunque parlare di un range che va da 60 secondi fino a 3 minuti.
Per rendere il vostro allenamento ancora più efficace e mirato, prenderei dunque in considerazione il tempo che trascorre durante le vostre pause…
Buon lavoro !

Roberto Vecchi

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

FUNCTIONAL TRAINING. I BENEFICI DELL’ALLENAMENTO FUNZIONALE

FUNCTIONAL TRAINING

Negli ultimi anni l’allenamento funzionale sta riscontrando molto interesse e le persone che si avvicinano a questo tipo di disciplina sono in continuo aumento. Le motivazioni sono molteplici : mode e tendenze, voglia di cambiamento, maggiore consapevolezza del proprio corpo, aumento della performance etc..
L’allenamento funzionale è l’allenamento relativo alla funzione per cui un muscolo o meglio una catena cinetica e cinematica esiste e si è evoluta nel tempo. Da qui è molto importante il concetto di AZIONE+FUNZIONE.
Normalmente nelle palestre si allena ogni muscolo secondo la sua azione trascurando spesso la sua funzione. Si ricerca quindi il concetto di isolamento (azione), perdendo di vista l’insieme e il motivo per cui quel muscolo o catena articolare si sono evoluti in un certo modo.

Quali sono gli OBBIETTIVI dell’allenamento funzionale ?
Lo scopo di questa attività è lo sviluppo delle qualità motorie nella loro totalità, ovvero si cerca di migliorare forza e resistenza e di sviluppare una forma di ipertrofia non prettamente estetica, ma che serve e di cui il nostro apparato locomotore non si priva facilmente.

Quali sono i BENEFICI dell’allenamento funzionale ?
I benefici sono molteplici :
– aumenta la sinergia tra apparato locomotore e ambiente esterno
– ottimizza la sintesi di vitamina D
– migliora tutte le capacità coordinative e propriocettive
– è più allenante rispetto alle classiche discipline indoor

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

WORKOUT IN COMPAGNIA DI SIMPATICI AMICI

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

MIRIAM WORKOUT

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

COSA CUCINARE PER RIMANERE IN FORMA

GIOTRNATA TIPO

Volete un’idea su cosa cucinare per rimanere in forma ?
Ecco una mia giornata tipo :
COLAZIONE : uova + fiocchi di grano saraceno + avocado + latte di riso. PRANZO : pollo alla piastra + peperoni verdi + gallette di riso integrali. MERENDA : snack proteico myprotein + 1 mela. CENA : salmone alla piastra + broccoli + riso parboiled al curry piccante

Roberto vecchi

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

STREET FUNCTIONAL & CALISTHENICS / PART 1

STREET FUNCTIONAL & CALISTHENICS / Part 1.
Il lavoro a corpo libero che coinvolge più catene cinematiche, permette di migliorare forza e resistenza. Uno dei benefici principali è l’acquisizione di un’ipertrofia funzionale, ovvero che serve e dura nel tempo.
Avrei potuto mostrarvi i soliti esercizi in palestra con i sovraccarichi…ma ho scelto qualcosa di “alternativo”. Fortunatamente, l’interesse che provo per il condizionamento del corpo in generale, mi porta sempre ad esplorare e intraprendere nuove tecniche e nuovi metodi.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

PANCAKE !!

PANCAKE

Pancake con noci e miele, mela e uova biologiche, cannella e latte disoia.
Buona colazione a tutti gli amanti del movimento e del benessere !!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

ELIMINARE IL JUNK FOOD

JUNK FOOD2

Venerdì 10 Ottobre, in occasione dell’Obesity Day, ho avuto il piacere e l’onore di intervenire in diretta telefonica su RADIO BRUNO consigliando di eliminare il JUNK FOOD.
Ebbene, per Junk Food intendiamo il cibo spazzatura, tutta quella categoria di alimenti ricchi di zuccheri e poveri di sostanze nutritive per intenderci.
Non sono per nulla da sottovalutare in quanto contribuiscono non solo a favorire l’aumento della massa grassa corporea, ma anche a favorire l’insorgenza di gravi patologie quali l’ipercolesterolemia e il diabete di tipo 2.
Primi nella lista troviamo i soft drink, ovvero le bevande analcoliche zuccherate, a basso costo e presenti in quasi tutti i distributori automatici delle scuole. Purtroppo queste bevande, delle quali per alcune non è ben nota la formulazione, tendono a creare una sorta di dipendenza che porta a un consumo continuo ed eccessivo.
Secondi nella top list dei cibi spazzatura sono i grassi idrogenati.
Il processo di idrogenazione permette ai grassi contenuti in un determinato alimento di conservarsi nel tempo e consiste nell’aggiungere atomi di idrogeno alla molecola di grasso, saturandola parzialmente o totalmente.
Essi sono impiegati nella preparazione industriale (margarine, biscotti, pasticceria, fiocchi di cereali per la prima colazione, patatine fritte, prodotti dei fast food, oli per friggere, prodotti da forno confezionati).
Provate a prendere un panetto di margarina e appoggiatelo sul vostro tavolo in cucina : resterà inalterato per giorni e giorni senza essere intaccato da agenti esterni !!
La cosa sarebbe differente se provaste lo stesso esperimento con un panetto di burro vaccino…
A questo punto una domanda sorge spontanea…ma non sarebbe meglio un bel panino con il prosciutto piuttosto che un Kinder Bueno ?

Roberto Vecchi

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest