Archive for the ‘ workout ’ Category

NIENTE PIÙ SCUSE…NEL 2015 TUTTI A FARE ATTIVITÀ !!

IN PALESTRA

Non ci sono giustificazioni che reggano: il 2015 deve essere un anno più attivo e salutare per tutti.
Iniziamo dal nostro corpo e staremo bene anche con la testa. A tanti può sembrare solo una frase fatta, ma chi ha provato in prima persona sa bene che è tanto banale quanto vera. E con la fine di un altro anno, non c’è momento migliore di questo per metterla in pratica. Da dove cominciare? Ovviamente dall’attività fisica, neutralizzando tutte le scuse più comuni.

1.NON AVERE TEMPO
Sfortunatamente per i più pigri, trovarlo non è più un problema, in quando esistono mini-programmi giornalieri della durata di appena 5 minuti a seduta. Questa scusa è dunque la prima ed essere, come dire, esaurita. Del resto, cosa sono anche 20 minuti di allenamento al giorno paragonati a tutto il tempo che quotidianamente passiamo davanti alla TV, al PC, al cellulare o in giro ad oziare con gli amici? Sacrificate alcuni di questi momenti e dedicateli al vostro corpo: nel giro di pochissimo tempo sarete enormemente ricompensati.

2.NON AVERE L’ATTREZZATURA
La seconda scusa in ordine di apparizione. Anch’essa, tuttavia, è ben presto smontata. A meno che non vogliate fare qualcosa di specifico, per esempio scalare una montagna ghiacciata o il salto degli ostacoli a cavallo, non vi serve granché in fatto di attrezzatura. Basta una maglietta e dei pantaloncini per correre sul tapis roulant o sollevare pesi in palestra. E a seconda del clima, qualche strato in più se decidiamo di fare jogging all’aperto.

3.NON SONO IN FORMA
Questa, più che una scusa, è la ragione numero uno per cominciare un programma di training. È vero che per tanti di noi, la linea presenta un ostacolo non solo fisico, ma anche psicologico; eppure con un po’ di pazienza e, soprattutto, di buona volontà, possiamo fare tanto per risolvere il problema su entrambi i fronti. Iniziamo con una salutare camminata a passo veloce, e approfittiamo di tutte le situazioni che, giorno dopo giorno, si presentano per essere un po’ più dinamici: evitando di prendere la macchina se la destinazione non è troppo lontana, per esempio, oppure scendendo dall’autobus qualche fermata prima di arrivare al lavoro la mattina e a casa la sera.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

ACIDO LIPOICO. L’ANTIOSSIDANTE IDEALE E NON SOLO…

LIPOIC

In questo articolo parliamo dell’ACIDO LIPOICO, un integratore che posiziono personalmente nella classifica degli “immancabili” !! L’acido lipoico, oltre ad essere un perfetto ANTIOSSIDANTE (contrasta i radicali liberi), è un potentissimo agente di regolazione dei depositi del GLUCOSIO. I danni più significativi apportati alle nostre cellule muscolari in realtà non dipendono dall’allenamento (catabolismo + cortisolo), ma bensì da un’altra forma di catabolismo più insidiosa, ovvero la GLICAZIONE. La glicazione avviene quando parti di molecole del glucosio reagiscono con le proteine tissutali danneggiandole. In effetti i danni ossidativi da radicali liberi e quelli da glicazione appaiono i maggiori responsabili degli effetti dell’invecchiamento. L’acido lipoico è in grado di prevenire la glicazione e può persino prevenire o ritardare lo sviluppo di tutte quelle devastanti complicazioni del diabete. L’acido lipoico è : 1. un potente risparmiatore di proteine, 2. contrasta la glicazione e 3. ha funzione ipoglicemica e antiossiadante. Altra cosa molto importante per gli atleti è il fatto che l’acido lipoico può aumentare le riserve di energia sotto forma di ATP nel muscolo e un muscolo che accumula più atp è un muscolo in grado di fare più ripetizioni prima di raggiungere l’esaurimento. In poche parole ci può rendere più FORTI…ma la cosa interessante è che questo aumento di forza va a discapito dell’accumulo di GRASSO.
Come avviene questo fenomeno ? Normalmente nel corpo il glucosio non utilizzato come carburante dal muscolo o dal cervello viene accumulato nel fegato come glicogeno e sucessivamente trasformato in trigliceridi e accumulato come grasso. L’acido lipoico riesce a convertire un surplus di carboidrati in energia muscolare piuttosto che in lipidi nel tessuto adiposo. Concludendo, se volete aumentare la massa magra, avete la possibilità di utilizzare più carboidrati con l’acido lipoico e magari anche creatina.
Personalmente sto utilizzando 3 gr.al giorno di acido lipoico da diverso tempo e devo dire che gli effetti si vedono !!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

LAVORO PLIOMETRICO…130 CM, ECCO COSA INTENDO PER ESPLOSIVITÀ

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

UNA SCALINATA E…SQUAT JUMP !!!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

IN FORMA IN UN MINUTO ?

IN FORMA 60

Secondo un nuovo «trend» di allenamento, bastano appena 60 secondi per acquistare e mantenere la linea.

Conosciamo tutti i benefici che una regolare attività fisica offre al nostro corpo, ma con i tempi che corrono, sembra che il tempo per svolgerli regolarmente non si trovi mai. Eppure non deve essere per forza così: un gruppo di scienziati ha scoperto che basta solamente un minuto di allenamento per fare la differenza e mantenerci in forma. Brutte notizie per i più poltroni, dunque, che con questa nuova tendenza sportiva saranno a corto di scuse.

La ricerca, pubblicata nella rivista scientifica PLOS One, suggerisce che questa mini seduta, seppure breve, è in grado di migliorare nettamente il livello del nostro benessere generale.

Sfortunatamente, per «funzionare» al meglio, questi 60 secondi devono essere accompagnati da un altro sforzo fisico: un totale di 10 minuti di esercizi extra. A pensarci bene, come compromesso non è affatto male. Per completare una seduta intera, infatti, dobbiamo includere un mini riscaldamento di 2 minuti, seguito da tre sprint della durata di 20 secondi l’uno. Per finire, 2 minuti di moto leggero e tre minuti di defaticamento. Fare questi esercizi 3 volte nell’arco di 7 giorni equivale a svolgere 30 minuti di training alla settimana.

I ricercatori della McMaster University (Ontario, Canada) hanno preso come campione un gruppo di donne e uomini sovrappeso, e ne hanno monitorato l’attività fisica nel corso di 6 settimane. Come dimostrano i risultati, l’organismo può trarre immensi benefici da questa semplice mezz’ora di training, sia dal punto di vista della circolazione sanguigna che in termini di resistenza e performance.

Il leader della ricerca, Martin Gibala, tiene a sottolineare che i primi esercizi – quelli della durata di 20 secondi – sono i più importanti. La maggior parte dello sforzo fisico deve essere concentrato su queste tre ripetute più intense.

Infine, non dimenticate che è importante tenere alta la motivazione durante gli esercizi. Oltre alla forma fisica, anche il nostro benessere mentale trarrà enormi benefici da questa attività.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

BUON NATALE DA MYPROTEIN !!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

ADDOMINALI D’ACCIAIO IN SOLI 20 MIN.

ABS

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

THE COM DIET & SPOT REDUCTION

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

STREET FUNCTIONAL / Part 3

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

5 BUONE RAGIONI PER INIZIARE A CORRERE…

RUNNING

Ecco perchè almeno 1 volta a settimana, ormai da 20 anni, pratico questa favolosa attività…

1. Correre fa bene. Basta una camminata a passo spedito per sentirsi subito meglio. Il movimento ha effetti immediati sul nostro organismo.

2. L’umore migliora, si è più distesi, più disponibili. Recenti studi hanno dimostrato che chi corre abitualmente ha migliori capacità mnemoniche. I benefici si vedono già alla prima uscita: perché non provarci? È un’attività divertente. Guardate la cosa da un’altra prospettiva. La corsa non è solo sudore e fatica, ma anche sorrisi. Può diventare l’occasione per passare una mezz’ora all’aria aperta, pensare a ciò che di bello è successo durante la giornata, conoscere nuove persone.

3. Serve a raggiungere un obiettivo. La maggior parte delle persone corre per migliorare il proprio corpo. Per dimagrire o per allenarlo in vista di una competizione. Per essere una spinta e non una fonte di stress, ogni obiettivo che ci si pone deve essere realistico, raggiungibile a piccoli passi. La corsa può insegnare a guardarsi senza pregiudizi, ad apprezzare i propri punti di forza e fare in modo che i difetti si trasformino in qualità.

4. È un invito a sperimentare. La corsa ha poche regole scritte. Una volta scelto l’abbigliamento adeguato non ci sono altre istruzioni da seguire. Ognuno lo può interpretare a suo modo. Se amate la musica potete correre con le cuffiette nelle orecchie, se preferite i luoghi solitari potrete creare un percorso ad hoc, se amate l’alba potete scegliere di correre la mattina presto.

5. È un inno alla libertà. Cambia la propria vita. C’è una motivazione intima che spinge ognuno di noi a correre. E riguarda l’esperienza personale. Un esempio? Una ragazza ha iniziato a correre nel momento in cui la sorella si è ammalata di cancro. La sua era una sfida al destino: se fosse riuscita a farlo, la sorella sarebbe potuta guarire. Un’altra adolescente, invece, si allena per sentirsi all’altezza delle aspettative materne. Riuscire nella corsa, spesso significa riuscire nella vita. Trovare in sé quelle risorse che permettono di agire.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest