Archive for the ‘ fitness ’ Category

NUOVA COLLABORAZIONE CON IL DOTT. FABIO TONDELLI

Fisio Life brochure1

Fabio Tondelli è nato a Carpi il 17/02/1987; dopo essersi laureato con lode all’Università di Modena e Reggio Emilia in FISIOTERAPIA nel 2010, ha subito iniziato a lavorare in un centro di fisioterapia di Carpi dove ha continuato fino alla fine del 2014. Nel 2011 è stato fisioterapista della primavera del Sassuolo calcio. Nel 2015 ha iniziato a lavorare in libera professione a tempo pieno e nel 2016 ha aperto lo studio FISIOlife a Carpi in viale De Amicis 65. Dal 2017 collabora con la clinica Scacchetti di Carpi e con altri professionisti.
Dopo la laurea ha svolto numerosi corsi di formazione, tra i quali: kinesiology taping, terapia manuale osteopatica, riabilitazione posturale con metodo Mézières e linfodrenaggio manuale metodo Vodder. Attualmente è in procinto di iniziare un corso sull’ecografia muscolo-scheletrica.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

L’ETÀ NON CONTA !!

15250690_10211459920994458_8728842308490687501_o

Gianluca ha 50 anni ed è un ex ciclista professionista, nonché batterista. Il suo percorso di cambiamento è iniziato a Luglio e la voglia di rimettersi in gioco è tanta. Complimenti Gian !
Il tuo coach

Cliccando il seguente link potrai trovare una lista di integratori Myprotein® da me consigliati per qualsiasi tuo obbiettivo.

http://bit.ly/RobertoVecchi_PT

In più digitando il codice RVIT otterrai uno sconto del 12%.

Gianluca is 50 years old and is a former professional cyclist, as well as drummer. Its path of change began in July and the desire to get back in the game is great. Congratulations Gian!
Your coach

Clicking on the following link you will find a list of Myprotein® supplements recommended by me for whatever your goal.

http://bit.ly/RobertoVecchi_PT

More you are typing the code RVIT get a discount of 12%.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

CIRCUIT TRAINING

bianca1

Hai poco tempo ma vuoi comunque ottenere buoni risultati ? Un circuit training è proprio quello che ci vuole !! Brava Bianca !
▪️Treadmill 10″
▪️Bulgarian squat – 15 rep. X gamba
▪️Step up con medball – 15 rep. X gamba
▪️Starter 60′
▪️Pulley trx – 15 rep.
▪️Rec 120′
▪️x 5 volte

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

CLIENTS & FRIENDS

friendsst

Grazie a tutte le persone che mi hanno seguito e mi seguono ancora oggi nei percorsi di miglioramento di salute psicofisica.
Alcune di loro mi credono una guida, a queste dico che “Se non ci fossero allievi, non ci sarebbero guide”.
Grazie di alimentare la passione e l’amore verso la vita !

Thanks to all the people who have followed me and follow me still in the paths of improving mental and physical health.
Some of them believe me a guide, these I say that “If there were no students, there would be no guide.”
Thanks to feed the passion and love for life!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

TRAINING WITH A ROPE !!

SAMANTHA

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

GIORGIO

img_2322

Ieri pomeriggio, durante l’allenamento in palestra, Giorgio mi ha confidato di essere un po’ preoccupato riguardo all’esito delle gare autunnali per le quali ci stavamo preparando! Osservandolo mi sono accorto di tutte le immagini negative che probabilmente gli passavano per la testa influenzandogli la mente e il fisico. Facile immaginare che dai suoi pensieri non emergeva nulla di motivante!!
Dovevo cambiare il suo stato, dovevo provarci o questi pensieri avrebbero reso vano il nostro lavoro! Iniziai a parlargli di ciò che provai alla mia prima gara, gli raccontai dei sogni che ancora oggi possiedo e delle mie ambizioni. Le parole che dissi esprimevano emozione e quando vidi Giorgio
trasformato gli chiesi di agire come se avesse già raggiunto il risultato finale della gara e di visualizzare il momento in cui sarà premiato sul palco, di visualizzare i suoi gesti e di provare le stesse emozioni che proverà in quel momento!!
Pochi istanti dopo Giorgio aveva creato in sé una prospettiva piena di fiducia, una immagine luminosa e chiara di ciò che sarebbe stata per lui l’esperienza di quella gara! Agire come se avesse già ottenuto il risultato finale, ha dato a Giorgio un futuro denso di emozioni, il suo futuro, risvegliando il coraggio di affrontare gli ostacoli che gli rimarrà per sempre! Le emozioni provate ieri saranno lo scopo di domani, il vero significato di ogni sfida!
Il tuo coach – Roberto Vecchi

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

HOME WORKOUT !!

IPOSSIA

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

GABRIEL GARKO

Ciao amici !
Oggi inizia un’importante collaborazione con uno degli attori più noti del panorama italiano. Gabriel Garko

image

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

ALLENAMENTO IN ALTITUDINE PER RIDURRE IL COLESTEROLO LDL

IPOSSIA1

La pratica regolare dell’esercizio fisico riduce la mortalità per malattie cardiovascolari in funzione del tipo, della frequenza, della durata e dell’intensità dell’attività fisica, ed è ragionevole supporre che anche le condizioni ambientali nelle quali essa si svolge abitualmente possano avere un ruolo significativo.
Allenamento in altitudine in popolazioni esposte cronicamente all’ipossia da alta quota, sono stati riportati una ridotta concentrazione ematica di colesterolo totale e LDL, una minore prevalenza di cardiopatia ischemica, ipertensione arteriosa e accidenti cerebrovascolari, con conseguente riduzione del tasso di mortalità per malattie cardiovascolari. Una riduzione del colesterolo totale e LDL, dei trigliceridi e della pressione arteriosa, sono stati riportati anche in seguito ad un’esposizione acuta all’ipossia in soggetti che normalmente vivono a livello del mare.
Volendo sintetizzare questi concetti, potremo dire che l’ipossia, comunque indotta, è un efficace stimolo eritropoietico (formazione di globuli rossi), sebbene la risposta individuale appaia variabile. Gli adattamenti ematologici, muscolari e respiratori che conseguono a tale stimolo permettono all’atleta di incrementare la propria capacità di trasportare ossigeno ed utilizzarlo in periferia. Beneficiario ideale dì queste pratiche è l’atleta di resistenza, nel quale all’aumento della potenza aerobica segue il miglioramento della prestazione di gara. L’attività fisica in quota sembrerebbe in grado di ridurre ulteriormente, rispetto al solo esercizio fisico, il rischio di malattie cardiovascolari (ma questi dati, estremamente favorevoli ai montanari e al turismo in montagna e sfavorevoli a noi poveri marinai, debbono essere confermati).

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

VIRNA

13716060_10210139186656925_9008540147647467859_n

Ok, Virna ed io siamo quasi pronti per la “prova costume” !!
Buona giornata a tutti !

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest