Archive for the ‘ functional ’ Category

PLANK

image

Ciao a tutti !
Oggi voglio parlarvi di un valido e sempre più diffuso esercizio…il PLANK.
Potrebbe risultare facile…in realtà non è così.
Perchè dovreste praticarlo ?
Beh, per rafforzare tutta la fascia addominale (retto, obliquo, trasverso) con una conseguente stabilizzazione del tronco.
Volevo ricordarvi che STABILIZZARE IL TRONCO è un pò come COSTRUIRE LE FONDAMENTA DI UNA CASA.
A tal proposito, vedo spesso tanta gente limitarsi ad eseguire i soliti 2-3 esercizi di crunch…dopotutto non sono faticosi !!!
In merito all’esecuzione, sdraiatevi in posizione prona appoggiando gli avambracci a terra con i gomiti perpendicolari alle spalle; i piedi sono a martello.
Sollevate il corpo mantenendo in asse bacino e tronco…spesso si tende ad alzare in modo spropositato il sedere !
Se avvertirete dolore alla zona lombare significa che il vostro retto addominale sta cedendo oppure non è abbastanza allenato. Se rimarrete nella posizione sopra descritta oltre i 60 sec. siete ad un buon livello…al di sotto del minuto consideratevi dei principianti !
Esercizio immancabile per il sottoscritto !!!

ROBERTO VECCHI  Personal Trainer
Tel : +39 3488910590
E-mail : robertovek@icloud.com
www.roberto-vecchi.com
P.IVA : 03582640367 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

VERTICALE SUI GOMITI

La verticale non è solo divertimento, ma anche una grande forma di esercizio fisico davvero impressionante. Se ti eserciti ogni giorno e lavori su come migliorare l’equilibrio e la potenza del corpo, ti ritroverai in breve a fare una bella verticale. Ultima cosa…prima ricorda di rinforzare per bene la cintura addominale !!!
www.roberto-vecchi.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

BURPEES.

image

Il Burpees è un esercizio adatto a tutti, atelti e sportivi di tutte le categorie, corsa, bodybuilding, calcio, arti marziali etc…
È completissimo, dinamico, funzionale e dal punto di vista vascolare veramente ottimo ed efficace.
Potete praticarlo indoor o outdoor, all’inizio dei vostri workout, oppure nel bel mezzo della vostra session se preferite.
Personalmente lo inserisco nei programmi di circuit training o cardio fit training quando voglio ottenere il massimo in breve tempo.
Iniziate provando ad eseguire 2 serie x 10 ripetizioni…poi le volte successive aumentate il numero di ripetizioni e/o di serie.
Beh, in merito all’esecuzione affidatevi a un bravo personal trainer o istruttore possibilmente praticante !
Buon lavoro e ricordati di visitare il mio blog : www.roberto-vecchi.com
Thanks to : Giulio Mori Photographer 

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

CIRCUIT ABS

ABS2 INSTAGRAM

Ciao !! Voglio proporti un fantastico CIRCUITO per migliorare notevolmente la qualità e la resistenza delle tue addominali !! 370 ripetizioni in totale e pochi minuti di intenso lavoro. Il mio consiglio è quello di ripetere il circuito 3 volte a settimana.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

TRX & PROGRESSIVE CIRCUIT

FUNCTIONAL1

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

NIENTE PIÙ SCUSE…NEL 2015 TUTTI A FARE ATTIVITÀ !!

IN PALESTRA

Non ci sono giustificazioni che reggano: il 2015 deve essere un anno più attivo e salutare per tutti.
Iniziamo dal nostro corpo e staremo bene anche con la testa. A tanti può sembrare solo una frase fatta, ma chi ha provato in prima persona sa bene che è tanto banale quanto vera. E con la fine di un altro anno, non c’è momento migliore di questo per metterla in pratica. Da dove cominciare? Ovviamente dall’attività fisica, neutralizzando tutte le scuse più comuni.

1.NON AVERE TEMPO
Sfortunatamente per i più pigri, trovarlo non è più un problema, in quando esistono mini-programmi giornalieri della durata di appena 5 minuti a seduta. Questa scusa è dunque la prima ed essere, come dire, esaurita. Del resto, cosa sono anche 20 minuti di allenamento al giorno paragonati a tutto il tempo che quotidianamente passiamo davanti alla TV, al PC, al cellulare o in giro ad oziare con gli amici? Sacrificate alcuni di questi momenti e dedicateli al vostro corpo: nel giro di pochissimo tempo sarete enormemente ricompensati.

2.NON AVERE L’ATTREZZATURA
La seconda scusa in ordine di apparizione. Anch’essa, tuttavia, è ben presto smontata. A meno che non vogliate fare qualcosa di specifico, per esempio scalare una montagna ghiacciata o il salto degli ostacoli a cavallo, non vi serve granché in fatto di attrezzatura. Basta una maglietta e dei pantaloncini per correre sul tapis roulant o sollevare pesi in palestra. E a seconda del clima, qualche strato in più se decidiamo di fare jogging all’aperto.

3.NON SONO IN FORMA
Questa, più che una scusa, è la ragione numero uno per cominciare un programma di training. È vero che per tanti di noi, la linea presenta un ostacolo non solo fisico, ma anche psicologico; eppure con un po’ di pazienza e, soprattutto, di buona volontà, possiamo fare tanto per risolvere il problema su entrambi i fronti. Iniziamo con una salutare camminata a passo veloce, e approfittiamo di tutte le situazioni che, giorno dopo giorno, si presentano per essere un po’ più dinamici: evitando di prendere la macchina se la destinazione non è troppo lontana, per esempio, oppure scendendo dall’autobus qualche fermata prima di arrivare al lavoro la mattina e a casa la sera.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

LAVORO PLIOMETRICO…130 CM, ECCO COSA INTENDO PER ESPLOSIVITÀ

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

UNA SCALINATA E…SQUAT JUMP !!!

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

STREET FUNCTIONAL / Part 3

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

STREET FUNCTIONAL & CALISTHENICS / Part 2.

Il lavoro a corpo libero che coinvolge più catene cinematiche, permette di migliorare forza e resistenza. Uno dei benefici principali è l’acquisizione di un’ipertrofia funzionale, ovvero che serve e dura nel tempo.
Avrei potuto mostrarvi i soliti esercizi in palestra con i sovraccarichi…ma ho scelto qualcosa di “alternativo”. Fortunatamente, l’interesse che provo per il condizionamento del corpo in generale, mi porta sempre ad esplorare e intraprendere nuove tecniche e nuovi metodi.

www.roberto-vecchi.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest