Archive for giugno, 2013

Dovete capire che per avere successo…

‘Dovete capire che per avere successo in qualsiasi programma di allenamento con i pesi il duro lavoro è un must. Con un timido sforzo non otterrete nulla” (cit. Reg Park).Immagine

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

CAMPIONATI ITALIANI IFFBB – Vecchi Roberto terzo classificato. Si vola agli Europei a Madrid !

20130623-193301.jpg

Domenica 23 ho vissuto una bellissima esperienza !!
Grazie al mio terzo posto l’avventura continua e a ottobre volerò a Madrid all’Arnold Classic di Madrid. Un grazie di cuore a tutte le persone che mi hanno sostenuto e creduto in me !

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

GIORNATA DI FITNESS OUTDOOR

GIORNATA DI FITNESS OUTDOOR

Ciao a tutti, da un pò di tempo sto cercando di organizzare un evento che possa coniugare allenamento, benessere e divertimento.
L’invito è rivolto a tutti voi che già seguo e agli amici…
Pensavo di proporvi una escursione sul Monte Rondinaio che è una delle principali cime del crinale appenninico Tosco Emiliano, nonchè una delle più alte. (1970 mt.)

Programma :
Ore 6.30 partenza
Ore 8.30 arrivo a Lago Santo dove lasceremo le macchine e partiremo a piedi.
Ore 10.30 arrivo sulla cima Rondinaio.
Ore 13.00 pranzo al ristorante/rifugio Lago Santo con possibilitá di prendere il sole in riva al lago.
Ore 15.00 partenza.
Ore 17.00 arrivo a Carpi.

Attrezzature :
Non servono particolari attrezzature…
Scarponcini da montagna/trekking oppure scarpe da ginnastica con una suola robusta.
Canotta, t-shirt, felpa o giacca anti-vento leggera,pantaloni lunghi o corti, racchette (regolabili), asciugamano.

Livello di difficoltà :
L’ascesa richiede una minima preparazione fisica soprattutto nell’ultimo tratto.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

“PER OTTENERE VERI RISULTATI SERVONO 3 SEDUTE A SETTIMANA”

Per un muscolo che lavora al 100% della sua intensità, anche pochi minuti possono servire da stimolo. “Ma per essere utile,l’esercizio deve essere ripetuto almeno 3 volte a settimana”. 30 minuti è la durata consigliata a chi non è particolarmente allenato. E’ il limite minimo di qualunque seduta. Ma se parliamo di singoli muscoli portati a svolgere un lavoro massimale, allora anche pochi minuti sono efficaci. La regolarità è essenziale. Un muscolo diventa più forte perchè si adatta a uno stimolo. Ma questo stimolo è efficace solo se viene ripetuto regolarmente, altrimenti semplicemente si perde ! Una volta a settimana è troppo poco, due il minimo sindacale, tre o più la frequanza giusta.

Intervista su Repubblica a Paolo Zeppilli della Scuola di Medicina dello Sport della Cattolica.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

CHE DIRE DELLE UOVA E DEL COLESTEROLO ?

CHE DIRE DELLE UOVA E DEL COLESTEROLO ?

Anche se le uova sono un alimento relativamente ad alto contenuto di grassi (62% di grassi, 34% di protein) e sono una delle fonti più concentrate di colesterolo alimentare (212 milligrammi per uovo), quasi tutti i recenti studi scientifici hanno concluso che il consumo regolare di uova (sette a settimana) non aumenta il rischio di malattie cardiache. Ora si possono trovare anche uova addizionate in acidi grassi polinsaturi omega3, EPA e DHA.
Non bisogna comunque esagerare.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest

ZUCCHERO O DOLCIFICANTE ? NO SCIROPPO D’AGAVE !

ZUCCHERO O DOLCIFICANTE ? NO SCIROPPO D'AGAVE !

Prima che esistesse la tequila, gli aztechi mischiavano succo d’agave e sale come rimedio per diverse infezioni della pelle. Studi recenti hanno confermato che l’agave ha effettivamente molte proprietà curative, ma noi ne sfruttiamo quelle alimentari nelle diete ipoglicemiche e ipocaloriche.

Per coloro che soffrono di diabete il succo d’agave si è dimostrato un ottimo dolcificante, perché non altera il sapore di bevande o caffé, e possiede un bassissimo indice glicemico. Questo significa che farne uso non aumenterà la produzione di insulina e quindi non altererà i valori degli zuccheri nel sangue. Per le sue qualità dietetiche la Food and Drug Administration (FDA) ha riconosciuto che in dosi appropriate il succo d’Agave è un alimento adatto anche per i diabetici.

Lo sciroppo d’Agave è prodotto dall’amido della pianta, contenuto nelle radici a bulbo simili ad ananas, e chiamate dalle popolazioni locali “cuore”. Si ottiene con un processo di estrazione e concentrazione totalmente naturale. Il succo viene filtrato dalle parti solide, poi lo si fa scaldare in modo da trasformare i carboidrati (l’amido) in zuccheri (fruttosio) e poi viene concentrato fino a ottenere uno sciroppo, leggermente più fluido del miele, ma senza sapore, in grado di dolcificare il 25% in più dello zucchero bianco.

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest