9810pippo imp.07-07-2017-09:05:40-32740376+0200

IL CORAGGIO DI METTERSI IN GIOCO

Da qualche tempo la mia mente ripeteva una frase che aveva citato ClaudioCattani, formatore e life coach “i sogni appartengono a coloro che hanno il coraggio di realizzarli!”
Il ripetersi automatico della frase che era rimasta nella mia testa non ha avuto alcun esito fino a quando non ho iniziato a disegnare una nuova prospettiva di vita, un progetto lasciando affiorare quelle figure che avevo abbandonato in modo incompleto in passato! Mi stavo chiedendo “Chi volevo diventare?”

Un Personal Trainer lo ero già con un successo più che buono e una vita affettiva e sociale invidiabile, ma ancora una volta nella mia mente persistevano sogni che non avevano trovato fino a quel momento la loro realizzazione!
Non restava che da chiedermi perché non provare? Perché non rimettermi in gioco? Sono un agonista, uno sportivo! Nello sport come nella vita “non provare” e “non mettersi in gioco” aumenta la paura di fallire innescando un circolo vizioso per cui non si fa nulla proprio per evitare di sbagliare e non facendo nulla si alimenta la percezione di noi stessi di essere incapaci e di essere considerati dagli altri come persone di scarso valore.

Queste riflessioni mi portavano verso un’unica soluzione “iniziare a fare” mettendo in conto che “non riuscire” era una possibilità, ma non l’unica!
Di certo in quel momento non era tempo di fissare un obiettivo, non avevo tanta energia da potermi permettere di sognare in grande. Lasciai perdere l’obiettivo e passai a prendere una decisione che, seppur piccola, mi spianava la strada verso ciò che volevo veramente!
La decisione che presi era quella di iniziare ad allenarmi per le gare “OVER 40!” Era una decisione coraggiosa lavorare su ciò che avrei voluto vivere e non sui dubbi e resistenze! Se volevo la luce, dovevo andare verso la luce accettando le ombre delle mie paure!

Questo fu l’inizio e giorno dopo giorno, esercizio dopo esercizio cullavo il mio desiderio, la vera motivazione aumentando la voglia di rimettermi in gioco! Ripresi in mano vecchi articoli di giornale, fotografie di premiazioni, riguardai coppe e trofei sulla mia bacheca. In quel modo e senza alcuno sforzo le immagini che sempre più chiare susseguivano nella mia mente non erano più relative a successi polverosi di altri tempi, ma a successi futuri, nuovi e da vivere!

Ecco l’obiettivo tanto atteso “Campionati Italiani MEN’S PHYSIQUE OVER 40 IFBB” volevo il titolo Italiano che mi era sfuggito qualche anno prima!

Ho condiviso i miei desideri e obiettivi, quelli veri intendo, con poche persone. Non era importante renderli pubblici, meglio lasciare il tempo al desiderio di fermentare se volevo una forza mentale e fisica esplosiva!

Per tutti i mesi di allenamento e di preparazione mentale ho lavorato come se avessi già raggiunto ciò che volevo, con le immagini nella mia mente della premiazione e il suono della voce dello speaker nelle orecchie che annunciava il mio nome e queste domande in testa che mi ripetevo costantemente:
• Cosa vorrà dire per me raggiungere quell’obiettivo?
• Cosa significherà per me arrivare a quel risultato finale?
• Quali saranno le emozioni che vivrò?
• Se provassi a spostare la mia mente in avanti nel tempo e immaginassi di avere già raggiunto quel risultato finale, che sensazioni vivrò? Come mi farà stare aver raggiunto quel risultato?

Tutto questo con la consapevolezza che il risultato finale non è importante in sé, ma è il significato che quel risultato ha per noi a renderlo importante!
Grazie caro Claudio “I sogni appartengono a coloro che hanno il coraggio di realizzarli”

Roberto Vecchi
(Campione Italiano MEN’S PHYSIQUE OVER 40 – 2017)

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
  1. No comments yet.

  1. No trackbacks yet.