A CASA DI SCHWARZENEGGER

A CASA DI SCHWARZENEGGER

Men’s Physique, ovvero armonia ed eleganza del corpo senza cadere negli estremi del culturismo, una disciplina sportiva a tutti gli effetti che costituisce uno stile di vita armonioso che prevede certo i muscoli di chi è molto allenato, ma, contemporaneamente, punta al benessere a tutto tondo. Esponente carpigiano di spicco di questa disciplina sportiva è il carpigiano Roberto Vecchi, figlio d’arte – il padre Ruggero noto nel mondo del basket con le società La Patria e Kennedy negli anni Settanta – e in partenza per l’Arnold Sport Festival, ideato dal mito indimenticato e indimenticabile del bodybuilding, Arnold Schwarzenegger, che si terrà dal 27 febbraio al 2 marzo a Columbus, capitale dell’Ohio, negli Stati Uniti. Si tratta di una delle due competizioni sportive più importanti a livello globale, insieme al Mister Olympia. Vecchi, parteciperà ai campionati mondiali proprio nella categoria del Men’s Physique dopo avere conquistato successo in gare agonistiche dove si è confrontato con punte di diamante della disciplina, a livello nazionale e non solo. “Sono arrivato terzo ai Campionati italiani di Peschiera sul Garda – racconta Roberto Vecchi, emozionato prima della partenza per gli Stati Uniti – secondo alla notte dei Campioni, un titolo nazionale, competizione che si è svolta sempre a Peschiera, sono arrivato secondo alla San Marino Classic, che si tiene nello Stato omonimo ed è una gara internazionale e, infine, sono arrivato quarto al Ludus Maximus di Roma”. Risultati che hanno spianato la strada allo sportivo carpigiano, che ha già un prestigioso curriculum come personal trainer e istruttore in numerose palestre, per l’importantissima gara mondiale di Columbus. “L’emozione si fa sentire – spiega Vecchi – anche perché gareggerò con atleti di tutto il mondo che si esprimeranno in oltre cinquanta discipline sportive che vanno dalle più classiche a quelle maggiormente innovative. Per citare qualche esempio: ci saranno gare di crossfit, strongman, tiro con l’arco, ma anche bodybuilding che, anzi occupa un posto da protagonista. Non mancheranno le cheerleader, che si affiancheranno alla zumba e allo yoga. Per prepararmi a questa competizione mi baso su un allenamento quotidiano, ad eccezione di un giorno alla settimana. Poi, porto sempre con me i consigli del dottor Massimo Spattini, medico Chirurgo a capo dell’Accademia Funzionale del Fitness, Wellness e Antiaging, che, attraverso la sua specializzazione in alimentazione per lo sport, mi aiuta nel conseguire una forma che si avvicini sempre più alla perfezione. L’Arnold Sport Festival per me rappresenta il coronamento di un sogno che si rivelerà sicuramente indimenticabile”.

www.arnoldsportsfestival.com

Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Pin on Pinterest
  1. No comments yet.

  1. No trackbacks yet.